Tag

, , ,

807795_41055946

Che cos’è l’autostima?
Il sentimento di autostima non è innato: lo si impara in famiglia. Dipende dai messaggi che un bambino riceve dai propri genitori, se egli si sente accettato, prezioso oppure rifiutato per quello che è.
Il nostro valore lo “apprendiamo” attraverso le persone accanto a noi, in modo particolare dai nostri genitori o da chi ne fa le veci, che ci trasmettono, attraverso i loro comportamenti e la comunicazione (verbale e non verbale) quanto valiamo, cosa siamo capaci di fare, cosa non siamo capaci di fare, chi possiamo diventare e chi non potremo mai diventare, cosa possiamo realizzare nella nostra vita e cosa non potremo mai realizzare nella nostra vita, in che modo possiamo contribuire per un mondo migliore e cosa non potremmo mai fare.

Frasi limitanti come:
“non riesci mai a combinare niente di buono!”
“non ne fai una giusta!”
“non riuscirai a combinare niente nella vita!”
“se uno stupido ed incapace!”
“sei un debosciato!”
“non sei capace neanche di badare a te stesso!”
“sbagli sempre tutto!”
hanno influenzato e tuttora possiamo permettergli di influenzarci su quanto valiamo e sui risultati
che siamo capaci di realizzare nella nostra vita!

L’AUTOSTIMA E’ UNA “ABILITA”
(come andare in bicicletta oppure saper guidare la macchina) e quindi può essere rafforzata con un percorso di crescita personale facendo tue delle nuove credenze su te stesso, sulle tue capacità, sulle tue abilità facendoti sentire più sicuro e determinato!

PRIMA CHIAVE: cambia il tuo linguaggio Spesso durante la giornata di ritroviamo a nutrire pensieri limitanti e negativi nei nostri confronti dicendoci con quello che chiamiamo il “linguaggio interno” parole depotenzianti, parole che ci bloccano nell’azione, nell’affrontare i problemi con determinazione, nel prendere decisioni per il nostro bene piuttosto che subire e accontentarci della mediocrità.
Frasi del tipo “non ce la farò mai” “non sono capace” “io non volgo niente e nessuno gli importa di me” “io sono un fallito” “io sono sfortunato” sono delle profezie auto-avveranti perché danno al
nostro sistema nervoso un segnale chiaro riguardo quello che siamo e come comportarci nei diversi ambienti.

“La mente è il primo luogo, e di per sé può fare di un Inferno un Cielo e di un Cielo un Inferno”
John Milton

Per maggiori informazioni sul corso

Annunci